In Sardegna con la Canon 6d Mark II

Un altro bel viaggio di famiglia organizzato da mia moglie!

In Febbraio abbiamo visitato uno spicchio di Sardegna e siamo rimasti affascinati dalla ricchezza turistica, storica e paesaggistica, dei luoghi che abbiamo deciso di conoscere. Ho con me la 6d Mark II ed il tuttofare 24-105 STM. Preciso immediatamente che l’ottica, acquistata per l’occasione , presenta qualche pecca. In primis la resa ai bordi anche a diaframmi piuttosto chiusi, poi un fastidioso “decentramento” attorno alla focale di  40mm ha rovinato le riprese panoramiche con fuoco ad infinito. C’è infatti chi sostiene che gli zoom consumer non abbiano una resa uniforme lungo tutta l’escursione focale presentando spesso qualche disallineamento  in determinate condizioni operative. In effetti ne ho avuto conferma su ottiche ben più costose e dunque non mi meraviglio più!

L’autofocus è veloce ed affidabile, lo stabilizzatore compie bene il suo dovere. Lo consiglierei? Io non ho una grossa stima neppure del 24-105 L IS USM, mi sono invece trovato bene con il 24-70 f4 L IS USM. E’opinione diffusa che la versione STM competa con il modello più blasonato….che dire……a me non sembra! Non suggerirei di portarlo in viaggio se l’uniformità di resa nel fotogramma è fondamentale. Questo obbiettivo può soddisfare invece chi ama il reportage urbano in piena luce.

Cagliari ci ha accolti con il tempo sereno,  un’aria fresca e assolutamente godibile accompagna la nostra visita in città.

La vista dal tetto del B&B ci sorprende!

 

La visita alle saline di Molentargius è lunga , il sole quando sbuca dalle nuvole si fa sentire. Decidiamo di percorrere a piedi un tragitto piuttosto impegnativo anche se pianeggiante. Si rivela una scelta non felice, consiglierei una visita più ristretta.

La spiaggia del Poetto con la sua sabbia bianca , meta finale della nostra giornata, si fa minacciosa. Ci accoglie una grandinata memorabile. Devo coprirmi il volto, il ghiaccio ed il vento sferzante fanno male!

Sta per tornare il tempo sereno, la nostra visita può continuare.

Ricorderò i colori del mare! Mi rimane impressa la tonalità verde….

Ci dirigiamo verso Villasimius, qui la costa regala panorami entusiasmanti.

Il vento si fa sentire anche a Porto Giunco, notevole il fascino di questa spiaggia. Siamo soli, la cornice è splendida.

Niccolò vorrebbe giocare con la sabbia….

L’area archeologica di Nora è un sito sardo di sicuro interesse, ben conservato. Ne consiglio la visita, non si può rimanere delusi!

Qui una vista di Nora dalla torre spagnola di Sant’ Efisio.

Vogliamo visitare qualche altra spiaggia. Ci dirigiamo verso Chia.

Inutile sottolineare quanto personalmente apprezzi il fascino del turismo “fuori stagione “. Regna il silenzio assoluto, solo la natura si fa sentire.

Apprendiamo da un locale che la spiaggia della Tuerredda merita. La statale regala  scorci interessanti!

In ogni viaggio non può mancare l’evento “fuori-programmazione”. Spesso paesi e località incontrati per puro caso possono regalare emozioni inaspettate.

E’ il caso del borgo medioevale di Tratalias, nel Sulcis. Da visitare secondo me.

In attesa di visitare Carloforte, facciamo tappa a Sant’Antioco.

Anche qui le spiagge sono accattivanti.

Carloforte è forse l’isola che ho apprezzato maggiormente! Capo Sandalo ci regala un panorama magnifico.

Siamo quasi giunti alla fine del nostro viaggio. Ci rimane il tempo per una visita al complesso minerario di Carbonia, sempre nel Sulcis. Le guide sono preparatissime e la loro narrazione scorre senza mai annoiare.

Per chi è appassionato sarebbe consigliabile visitare la Necropoli di Montessu. Il sito contiene una quarantina di tombe del periodo neolitico. Alcune si possono visitare.

Il nostro viaggio termina qui! La Sardegna non si dimentica facilmente.

Arrivati a Brescia scarico le fotografie e nei mesi successivi finisco di elaborale.

Ho deciso di postare i files jpg in formato pieno (senza dunque ridimensionamento) ottenuti dalla conversione RAW in tiff a 16 bit, elaborati e poi salvati in questo formato.

La Canon 6d Mark II mi soddisfa, non ha certamente un sensore superbo ma i file grezzi convertiti con Capture One restituiscono ombre pulite ad iso base (a patto che non si sottoesponga troppo) ed i colori mi appaiono gradevoli ed accurati ( per quanto possa ricordare).

A mio parere con ottiche blasonate ( il 135 f2 ad esempio) la presenza di un filtro Anti-aliasing si fa sentire a grossi ingrandimenti.

Tornando alla nostra voglia di viaggiare manca la Sicilia ora…mia moglie l’ha visitata più volte. Io non ho avuto questa fortuna. Credo che in questo viaggio porterò il nuovo Canon 16-35 f4 is USM…..

 

 

 

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s